Restrizioni all'importazione a causa della cimice puzzolente marmorizzata: le palette Inca possono continuare ad essere esportate in Australia.

INKA Paletten GmbH

"Restrizioni all'importazione a causa della cimice puzzolente marmorizzata: le palette Inca possono continuare ad essere esportate in Australia." di INKA Paletten GmbH

Norme temporaneamente più severe si applicano alle esportazioni di merci via mare verso l'Australia. Questo per proteggere il paese dall'introduzione della cimice puzzolente marmorizzata. Alcune merci esportate via nave da paesi ad alto rischio verso l'Australia entro la fine di aprile 2019 devono quindi essere pretrattate. I pallet Inca in legno pressato possono ancora essere utilizzati senza problemi come materiale da imballaggio per l'Australia.

L'halys di Halyomorpha, l'insetto puzzolente marmorfo, appartiene agli insetti degli alberi da frutto e causa grandi danni agli alberi da frutto. Ha le sue origini nella regione dell'Asia orientale, ma è già da tempo di casa negli Stati Uniti ed è ormai diffusa in diversi paesi europei, tra cui la Germania. Per prevenire la diffusione del parassita in Australia, il ministero australiano per l'agricoltura e le risorse idriche ha decretato che le merci ad alto rischio provenienti da paesi in cui la cimice è prevalente devono essere adeguatamente fumigate o trattate termicamente prima dell'importazione.

L'elenco delle merci ad alto rischio è molto ampio e comprende prodotti in legno, vetro, alluminio e acciaio, nonché armi, macchinari, veicoli e loro componenti. Il regime si applica sia alle merci prodotte in paesi ad alto rischio sia alle merci esportate attraverso tali paesi. È stato pubblicato un ulteriore elenco di merci ad alto rischio che non devono essere pretrattate ma che saranno soggette a controlli casuali più frequenti all'importazione.

Le norme più severe non influiscono sull'utilizzo del pallet Inca: le nuove norme non si applicano ai materiali di imballaggio, ma solo alla merce stessa. "Il legno e i prodotti in legno sono nell'elenco delle merci ad alto rischio", spiega Andreas Heinrich, Product Manager di Inka Paletten GmbH. "Finché il pallet Inca è usato come imballaggio e non è esportato come merce in sé, può essere importato in Australia senza essere trattato. Il pallet Inca, fabbricato in legno pressato, continua ad essere soggetto alle specifiche ISPM 15 in Australia, che consente di esportare pallet in legno pressato senza trattamento e marcatura IPPC.

I inasprimenti sono in vigore dal 1° settembre 2018 e fino al 30 aprile 2019 incluso. Si applicano alla Germania e ad altri otto paesi a rischio, tra cui Italia, Russia, Francia e Stati Uniti. Per il Giappone, il decimo paese ad alto rischio, è stato annunciato solo un monitoraggio più attento delle navi.

Poiché il rischio che il bug venga introdotto in Australia esiste solo nei mesi autunnali europei, sono previste esenzioni per alcune merci che sono state prodotte in modo dimostrabile dopo il 1° dicembre 2018 e per quelle che sono state trasportate e immagazzinate in un paese non a rischio prima del 1° settembre 2018. Per ulteriori informazioni sulle restrizioni all'importazione e gli elenchi dei paesi e dei prodotti a rischio, visitare il sito web del ministero dell'Agricoltura e delle risorse idriche all'indirizzo http://www.agriculture.gov.au/import/before/brown-marmorated-stink-bugs.

Indirizzo
Bahnhofstrasse 21
85635
Siegertsbrunn
Germania
Tipo di azienda
Produttore
Regioni di esportazione
Tutto il mondo
Certificati
EN ISO 9003
PEFC
Costituzione
1971
Direzione
Peter Fischer
Social Media

Informazioni su INKA Paletten GmbH

L´azienda Inka Pallets Gmbh é il piú grande produttore di bancali a perdere di truciolati di legno.

Nel 1971 viene costruito il primo Inka-Pallet a Siegertsbrunn (Monaco di Baviera) dove si trova tuttora la sede aziendale. Ad ora l'azienda dispone di due sedi produttive in Europa e due negli Stati Uniti.

Gli Inka-Pallets sono disponibili in tutte le misure standard, dal bancale del formato ¼ fino al formato CP3.

La distribuzione avviene grazie ad una ampia rete commerciale con piú di 160 punti vendita in Europa e in numerosi altri Paesi in tutto il mondo.

Gli Inka-Pallets vengono prodotti secondo un procedimento antiparassitario garantito. Per questo motivo gli Inka-Pallets sono universali e idonei ad essere trasportati in tutto il mondo, e non devono sottostare a nessuna quarantena richiesta da diversi Paesi (ISPM 15/NIMF15) per i bancali non fumigati.